PROGETTO OPHELIA

 

 

Il progetto prende nome dal greco ofeleia, “che aiuta, che assiste”

Il progetto nasce avendo come primo obiettivo quello di essere di supporto alle famiglie che hanno un familiare affetto da demenza o da Alzheimer oppure che è un malato terminale e di aiuto al malato supportandolo nei sui bisogni compatibilmente con la malattia e se terminale accomagnarlo ad un fine vita dignitoso secondo i protocolli sanitari per lui predisposti.

Il principio ispiratore del progetto trova riscontro in questa frase di Papa Francesco

Una Società è veramente accogliente nei confronti della vita quando riconosce che essa è preziosa anche nell’anzianità, nella malattia grave e persino quando si stà spegnendo”

I nostri volontari potranno operare sia in famiglia sia in struttura collaborando con i sanitari che assistono i malati ed anche i servizi sociali dando loro la propria disponibilità di tempo e conoscenze per affrontare al meglio questo problema.

Vista l’efficacia del modello gentlecare i nostri volontari si sono preparati e stanno studiando per migliorare le proprie conoscenze e competenze al fine di promuovere questo metodo per dare un contributo nell’assistenza di persone affette da demenza o da Alzheimer utilizzando questo modello o inserendosi in processi assistenziali che ne seguono altri

Pertanto la proposta operativa del nostro progetto è quella di operare a livello di volontariato in tutte le situazioni ove sono presenti persone affette da demenza o da Alzheimer fornendo un supporto utile permettendo loro di avere una continuità di quello che è stato vissuto dal paziente e la sua storia di vita o se definito malato terminale accompagnarlo ed assisterre lui ed i suoi familiari.

Coordinatore del progetto: Dott.ssa Maria Grazia COSTA